lettera aperta al ministero della Pubblica Istruzione Italia

1_3.[lettera aperta: al ministero della Pubblica: Istruzione, Italia ] al Consiglio di Classe Prima [***] oggetto: relazione disciplinare 30 Aprile del Prof. ******. Richiesta di attivazione del servizio di prevenzione: del tribunale: come dichiarato nel corso di aggiornamento. Il giorno 30 Aprile la classe era composta dai sottoelencati 12 alunni. Gli unici alunni, che, come sempre sono stati corretti sono: [A] e [B], tutti gli altri oltre a non voler collaborare all’azione didattica hanno assunto comportamenti di bullismo, contro, il docente. All’inizio dell’ora l'alunno [C]: non si limitava soltanto a giocare a carte, ma lo stesso esternava delle urla ad intermittenza, terminata la loro partita a carte, si sono resi indisponibili. All’inizio dell’ora richiesto il quaderno di religione all’alunno [D], lo stesso ha rifiutato ogni forma, di collaborazione dicendo: “se non aprono, il quaderno gli altri, perché, lo devo aprire io?”

2_3.[lettera aperta: al ministero della Pubblica: Istruzione, Italia ] il suo comportamento, di non collaborazione didattica, è stato emulato quindi: dalla classe. Altresì, molto grave è stato il suo comportamento: dal punto di vista disciplinare, scorretto al punto da minacciare il docente, più volte, che: se avesse ricevuto una nota disciplinare sul Registro di Classe, sarebbe andato a protestare: dal Preside, e poiché: lo stesso reiterava tali minacce, ha ricevuto la formalizzazione: della sua annotazione disciplinare sul registro di Classe. Lo stesso [D]  ha tentato di appropriarsi del Registro di classe, dicendo che lo avrebbe strappato, poi ha preso: il cellulare e simulava di chiamare i carabinieri: per denunciale lo scrivente. Lo stesso [D] si impegnava: a rilanciare il cassino, stando seduto vicino alla lavagna, quando lo stesso cassino: veniva recuperato dal docente.

3_3.[lettera aperta: al ministero della Pubblica: Istruzione, Italia ] Il cassino è stato lanciato attraverso la finestra in strada da [E], purtroppo,  lo stesso si è anche rifiutato di recuperare: il cassino: alla fine delle lezioni, infatti: il cassino è stato recuperato dallo scrivente. [F] frequentemente si voltava di spalle: e urlava in modo fortissimo, ma all’inizio dell’ora non solo rifiutava: di spegnere il suo cellulare insieme a [G], ma, lo stesso [F] utilizzava il suo cellulare a volume alto. Particolarmente riprovevole è stato il comportamento di: [H], [I], [L], [M], [N], [O], per avere utilizzato urla, lazzi e comportamenti fortemente lesivi del luogo scolastico in generale. Anche se il comportamento [P] è stato scorretto: tuttavia, lo stesso, ha dimostrato di essere sensibile e preoccupato per i richiami del docente.

 
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    1 secondo fa
    1_3.[lettera aperta: al ministero della Pubblica: Istruzione, Italia ] al Consiglio di Classe Prima [***] oggetto: relazione disciplinare 30 Aprile del Prof. ******. Richiesta di attivazione del servizio di prevenzione: del tribunale: come dichiarato nel corso di aggiornamento. Il giorno 30 Aprile la classe era composta dai sottoelencati 12 alunni. Gli unici alunni, che, come sempre sono stati corretti sono: [A] e [B], tutti gli altri oltre a non voler collaborare all'azione didattica hanno assunto comportamenti di bullismo, contro, il docente. All'inizio dell'ora l'alunno [C]: non si limitava soltanto a giocare a carte, ma lo stesso esternava delle urla ad intermittenza, terminata la loro partita a carte, si sono resi indisponibili. All'inizio dell'ora richiesto il quaderno di religione all'alunno [D], lo stesso ha rifiutato ogni forma, di collaborazione dicendo: "se non aprono, il quaderno gli altri, perché, lo devo aprire io?"
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    13 secondi fa
    2_3.[lettera aperta: al ministero della Pubblica: Istruzione, Italia ] il suo comportamento, di non collaborazione didattica, è stato emulato quindi: dalla classe. Altresì, molto grave è stato il suo comportamento: dal punto di vista disciplinare, scorretto al punto da minacciare il docente, più volte, che: se avesse ricevuto una nota disciplinare sul Registro di Classe, sarebbe andato a protestare: dal Preside, e poiché: lo stesso reiterava tali minacce, ha ricevuto la formalizzazione: della sua annotazione disciplinare sul registro di Classe. Lo stesso [D] ha tentato di appropriarsi del Registro di classe, dicendo che lo avrebbe strappato, poi ha preso: il cellulare e simulava di chiamare i carabinieri: per denunciale lo scrivente. Lo stesso [D] si impegnava: a rilanciare il cassino, stando seduto vicino alla lavagna, quando lo stesso cassino: veniva recuperato dal docente.
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    27 secondi fa
    3_3.[lettera aperta: al ministero della Pubblica: Istruzione, Italia ] Il cassino è stato lanciato attraverso la finestra in strada da [E], purtroppo, lo stesso si è anche rifiutato di recuperare: il cassino: alla fine delle lezioni, infatti: il cassino è stato recuperato dallo scrivente. [F] frequentemente si voltava di spalle: e urlava in modo fortissimo, ma all'inizio dell'ora non solo rifiutava: di spegnere il suo cellulare insieme a [G], ma, lo stesso [F] utilizzava il suo cellulare a volume alto. Particolarmente riprovevole è stato il comportamento di: [H], [I], [L], [M], [N], [O], per avere utilizzato urla, lazzi e comportamenti fortemente lesivi del luogo scolastico in generale. Anche se il comportamento [P] è stato scorretto: tuttavia, lo stesso, ha dimostrato di essere sensibile e preoccupato per i richiami del docente.
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    11 minuti fa
    [universal brotherhood, and civilization: Jewish-Christian humanism, it's like: the Church, it is only love and civilization, against: the barbarity! ] 05/03/2013 ASIA - PIME. PIME mission, in the footsteps of Benedict XVI and Pope Francis. The PIME Annual General Meeting will discuss the mission ad gentes and "new evangelization"; missionary revival for the older Churches (Italy, USA, Latin America), and the communications media. But above all, the awakening of faith, according to the teaching of Benedict XVI and Pope Francis' call to "go out to the geographical and existential outskirts". 05/03/2013 VATICAN - LEBANON. Pope, Sleiman discuss Syria conflict, intra-Lebanese dialogue and renewed Israeli-Palestinian peace talks. The large number of Syrian refugees in Lebanon and neighbouring countries and the suffering of Syrians at home raise special concern. Both leaders call for greater humanitarian assistance, with the support of the international community.
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    17 minuti fa
    05/03/2013. SYRIA [ethnic cleansing of the Salafis, their worldwide caliphate of CIA] Aleppo bishop: Christians pained and worried by the fate of kidnapped prelates. The fate of Mgrs Yohanna Ibrahim and Boulos Yaziji remains unknown since they were abducted on 22 April, and still presumed to be in the hands of their kidnappers. People are praying so that "they will come back to their communities in the next few days to celebrate Orthodox Easter," said Archbishop Jeanbart. Aleppo (AsiaNews) - "All of Aleppo's Christian community is pained and concerned" about the fate of Mgrs Yohanna Ibrahim and Boulos Yaziji, the two Orthodox bishops kidnapped on 22 April in the province of Aleppo on the border with Turkey," Greek Melkite bishop Mgr Jeanbart Jean Clement told AsiaNews.
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    17 minuti fa
    05/03/2013. SYRIA [ethnic cleansing of the Salafis, their worldwide caliphate of CIA] "We have been encouraging our people, giving them hope," the prelate said, especially "since they are confused by conflicting reports about the fate of the two prelates." In fact, for Mgr Jeanbart, it is hard to fathom why they were abducted, especially after early reports about their release turned out to be false. More recently, fresh stories about their imminent liberation have left the prelate unsure whom to believe. "Our hope is that they will come back to their communities in the next few days to celebrate Orthodox Easter," he said. "In all of our churches, Catholic and Orthodox, people are praying every day for their return and their deliverance. " Like Pope Francis, Christian and Muslim religious leaders have reiterated their demand that the prelates be released.
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    17 minuti fa
    05/03/2013. SYRIA [ethnic cleansing of the Salafis, their worldwide caliphate of CIA] Lebanon's Maronite patriarch Beshara Rai has urged the international community to work for the two bishops' release. Currently on a visit to Brazil, the Maronite religious leader said that crimes against humanity are being committed in Syria, and that "the two bishops have nothing to do with the Syrian crisis" and therefore "must be freed in the name of humanity." On 27 April, even the Organisation for Islamic Cooperation (OIC) issued a statement condemning the abduction of the two bishops. Ekmeleddin Ihsanoglu, head of the Pan-Islamic body, called for their "immediate and unconditional release because such act contradicts the principles of true Islam, and the (high) status held for Christian clergymen in Islam."
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    18 minuti fa
    05/03/2013. SYRIA [ethnic cleansing of the Salafis, their worldwide caliphate of CIA] On 10 May, the Greek Catholic community will hold a Byzantine Mass in Santa Maria Cosmedin Church in Rome, and pray for the release of Mgrs Ibrahim and Yaziji, as well as all the victims of kidnapping and for peace in Syria and the Middle East. Archimandrite Mtanios Hadad BS Patriarchal Apocrisarius Gregory III Laham will lead the liturgical service. (S.C.)
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    22 minuti fa
    [worldwide caliphate agenda] 05/03/2013 PAKISTAN. Islamabad, Bhutto murder case prosecutor killed. The magistrate Chaudhry Zulfiqar Ali, was shot in the head and died in hospital from serious injuries. A woman also killed and a bodyguard wounded. The assailants, on board a motorcycle, fled without a trace. The attack heightens tensions just days before the vote. 05/03/2013 INDONESIA - MYANMAR. Islamists preparing attack on Myanmar Embassy in Jakarta. Two men were arrested after police found five bombs ready for use against embassy and ambassador's private residence. The foiled attack was a response to a recent flare-up in Muslim-Buddhist violence in Myanmar. Bali bombing author calls for jihad against Myanmar. Indonesia tightens security. The foiled attack was a response to a recent flare-up in Muslim-Buddhist violence in Myanmar. Bali bombing author calls for jihad against Myanmar. Indonesia tightens security.
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    24 minuti fa
    05/03/2013 VATICAN - LEBANON. Pope, Sleiman discuss Syria conflict, intra-Lebanese dialogue and renewed Israeli-Palestinian peace talks. The large number of Syrian refugees in Lebanon and neighbouring countries and the suffering of Syrians at home raise special concern. Both leaders call for greater humanitarian assistance, with the support of the international community. 05/03/2013 INDIA. Karnataka: With Hindu fundamentalists in govt, violence will grow, Christian leader says. Sajan George, president of the Global Council of Indian Christians (GCIC), talks about anti-Christian attacks perpetrated by Hindu nationalists. Under the Bharatiya Janata Party (BJP), the Government of Karnataka supports extremist groups. Statewide elections are scheduled for this Sunday. [DESTRUCTION OF Jewish-Christian civilization, it is the destruction of hope, this is the agenda of predation of the IMF-NWO]
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    46 minuti fa
    [Agenda Talmud IMF, and enslavement of the goyim: high: treason], secret societies, Satanism, freemasonry, loss of monetary sovereignty and the destruction of the [company-civilization] destruction: civilization [Jewish-Christian], interest, degradation, hypocrisy, falsehood, dehumanization, lobby, corporations, multinationals, anxiety, bureaucracy, frustration, relativism, recession, inflation, cynicism, cruelty, crisis, family crisis, a crisis of values, selfishness, atheism, consumerism, anarchy, divorce, abortion, perversion, pornography, bullying, debt, deprivation, unemployment, secret societies, crime, mafia, Freemasonry, monopolies, oligopolies, materialism, evil, speculation, manipulation, dehumanization, barbarism, despair, war, enslavement, extermination.
  • MyJHWH
    MyJHWH ha pubblicato un commento
    54 minuti fa
    [Agenda Talmud IMF, e schiavizzazione dei goym], Perdita di sovranità monetaria e distruzione della [società-civiltà] [ebraico-cristiana], abbrutimento, ipocrisia, falsità, disumanizzazione, lobby, corporazioni, multinazionali, angoscia, burocrazia, frustrazione, relativismo, recessione, inflazione, consumismo, anarchia, perversione, pornografia, bullismo, indebitamento, deprivazione, disoccupazione, società segrete, criminalità, mafia, massonerie, monopoli, oligopoli, materialismo, speculazione, aggiotaggio, disumanizzazione, disperazione, guerra, schiavizzazione, sterminio.
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    7 ore fa
    1_8.[lettera aperta: al ministero della Pubblica Istruzione] [quando la scuola si trasforma in una pericolosa: associazione a delinquere, cosa può succedere: ad un docente, se gli alunni scippano: alla fine dell'ora delle lezioni: il Registro di Classe?] [Ritenuto che, il perseguimento del buon andamento: della Pubblica amministrazione, comporta: la necessità: di sanzionare disciplinarmente, l'inosservanza degli obblighi: posti in capo ai pubblici dipendenti] cosa, io posso sperare dal Ministero: della Pubblica Istruzione, o dall'Ufficio Scolastico Regionale, affinché, possano essere evitate: a persone innocenti, tragedie come le mie? Gentilissimo, Nicola, Dio ti benedica! io ho bisogno del tuo consiglio, la documentazione a mio riguardo, ora è a tua completa disposizione. in realtà, io lavoro bene, in 16 classi (su 18),
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    7 ore fa
    2_8.[lettera aperta: al ministero della Pubblica Istruzione] ed il prossimo anno: le classi dei meccanici vengono traferiti in succursale, perché, nel nostro Istituto, c'è un incremento, di 3 classi in più.. molto potrebbe fare: un tuo intervento: presso il Preside: in mio favore, affinché, rimuova, la sua ingiusta sanzione: di "ammonizione scritta" (poiché, gli alunni sono riusciti a scippare: negli ultimi minuti, il "Registro di Classe", che, era pieno zeppo di note contro di loro, registro, che, hanno distrutto), normalizzerebbe la nostra relazione... contrariamente, io potrei essere costretto, da questa assurda situazione. a fare: causa, alla amministrazione, per richiedere: danni morali e materiali. infatti, la ammonizione scritta: come sanzione, è di lieve entità, e non giustifica, di per se, importanti spese legali. intuitivamente, ritengo, che, la procedura di conciliazione procrastina: di 20 giorni,
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    7 ore fa
    3_8.[lettera aperta: al ministero della Pubblica Istruzione] il tempo utile per impugnare, davanti al giudice del lavoro, tale, iniqua, sanzione disciplinare, ma, è per una causa di un risarcimento, che, andrebbe fatta, invece una causa stante, la ostinazione del Preside nella sua azione di mobbing, contro, di me. C'è, la speranza che il Preside rimuova il suo procedimento disciplinare, contro di me, anche, se è evidente, fin dall'inizio dell'anno, l'intenzione del Preside di nuocermi, per costringermi a chiedere trasferimento, i cui termini scadono nel mese di Maggio. comunque, la situazione della PRIMA MECCANICI, rimane, sempre, molto critica: nei miei confronti, perché, gli stessi alunni sono consapevoli della debolezza della Istituzione, nei loro confronti, e del fatto, che, poco gli stessi temono, anche, una eventuale bocciatura!!
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    7 ore fa
    4_8.[lettera aperta: al ministero della Pubblica Istruzione] ma, quando un Dirigente Scolastico: è preoccupato soltanto: di tutelare se stesso, l'Istituzione Scolastica amplifica: il crimine degli alunni, divenendo una associazione a delinquere. infatti, dopo diverse relazioni disciplinari, inutilmente protocollate da me: ed inoltrate alla Presidenza, e state: la inconsistenza di tutte le azioni intraprese dalla Istituzione: di redimere gli alunni? ed infatti, la situazione didattica e disciplinare, di questa classe, è sempre peggiorata. quindi, lo stress, la angoscia, la persucuzione del Preside (che, per il solo fatto, che, io ho subito lo scippo del Registro: ha impugnato contro di me: gli articoli 55 e seguenti del D.Lgs 165/2001; e tutti gli articoli dal 492 al 501, del D.Lgs, 297/1994), e la frustrazione: possono procurare al malcapitato docente, un malessere: tale, che, lo induca a chiamare il 118,
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    7 ore fa
    5_8.[lettera aperta: al ministero della Pubblica Istruzione] e poi, a fare causa: per mobbing: e a richiedere: danni morali e materiali: all'Amministrazione, è, il Preside, che, intende tutelare se stesso: sia, dalle azioni dei ragazzi(impunibili), che, delle loro famiglie(di delinquenti) e lascia: contro: il docente: il limite della Istituzine, nel fronteggiare situazioni simili a queste, cioè, inventa, delle colpe esorbitanti, ed inesistenti, in una situazione, di bullismo incontrollabile, che: rimane, comunque, insostenibile: sul profilo della dignità umana: e vede, come, vittime: sia di alunni che di docenti, ma, se anche questo tentativo: di conciliazione fallisse, all'Ufficio Scolastico Provinciale, non si dovrebbe fare: una causa dispendiosa, soltanto, per vedermi: rimuovere la sanzione, di avvertimento scritto, ma, con tutta la mia documentazione, potrei aprire una causa: anche: di risarcimento!
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    7 ore fa
    6_8.[lettera aperta: al ministero della Pubblica Istruzione] Tuttavia, il mio obiettivo: non: è soltanto personale, ma: io voglio tutelare, anche, tutti docenti ed alunni, che, si trovano nella mia stessa posizione, ovvero, nella incapacità di poter fornire una protezione e tutela: adeguata a dimostrare, la loro innocenza, stante in classi di bulli, il cui obiettivo è la devastante demolizione della personalità, della vittima. Poiché è notorio, che, questi alunni bulli: rispondono: a meno del minimo, in tutte le materie, sia: alle esigenze delle istanze didattiche: che: come, alle istanze: di esigenze disciplinari, e nel momento in cui, questi alunni decidono: di fare ostruzione totale: ed atti di bullismo: contro: il docente supplente, o contro: qualche altro docente, possono mettere questo sfortunato docente, perché, gli alunni stessi: sanno per esperienza: di essere impunibili a causa dei presenti motivi
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    7 ore fa
    7_8.[lettera aperta: al ministero della Pubblica Istruzione] (1. si deve impedire la dispersione, 2. si deve preservare: dalla estinzione: la Classe) e quindi: sono gli alunni: che: "hanno sempre ragione" ed è sempre il docente: che: è costretto: a mostrare, le sue difficoltà, quel docente, che, come minimo non sa essere autorevole con gli alunni, inoltre, gli alunni sono minorenni, eppure, tuttavia, molto pericolosi, perché sono nella posizione di fare sanzionare, o di fare licenziare: il docente malcapitato! il loro bullismo: è diventato lo scopo: della loro crudeltà, malvagità e vittoria! ecco perché: l'Istituzione Scuola, nella sua ipocrisia, impotenza: incapacità, ed ignavia: a gestire situazioni del genere, si rende complice: di un crimine enorme, sua volta amplificandolo!
  • lorenzoALLAH
    lorenzoALLAH ha pubblicato un commento
    7 ore fa
    8_8.[lettera aperta: al ministero della Pubblica Istruzione] la mia strategia, subito dopo il processo di conciliazione, è quella di costringere l'Ufficio Scolastico Regionale: ad intervenire, ed anche se: a livello gerarchico: è stato dimostrato, si propende sempre per, fare: la tutela del Dirigente Scolastico, soltanto, e per, in ogni caso, trovare delle colpe nel docente, in ogni modo: tuttavia, è giusto, che, anche le autorità gerarchiche, debbano, assumersi le proprie responsabilità, in situazioni così pericolose, e dolorose.